Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più


LA SALUTE IN MOVIMENTO

 Correggere alcuni aspetti del proprio stile di vita ha una grande funzione preventiva contro i tumori

Fra le parole d’ordine per prevenire il cancro una è davvero molto semplice: muoversi. L’assenza di un’adeguata “dose di movimento” ci mette infatti a rischio di numerose patologie come malattie cardiovascolari, obesità o diabete, ma anche cancro.  Svolgere attività fisica con regolarità è uno strumento davvero indispensabile per ridurre la probabilità di ammalarsi di alcune forme di tumore: colon, endometrio, seno e prostata.

Muoversi per regolare il nostro organismo

Il movimento aiuta a regolare il sistema immunitario, da cui dipende, a sua volta, la modulazione della malattia oncologica. Aiuta a controllare il peso corporeo, che ha una relazione strettissima con il rischio di tumore. Influenza aspetti del metabolismo legati ai meccanismi di insulinoresistenza. Esistono inoltre benefici sulla modulazione del sistema nervoso autonomo, più spesso correlata con le malattie cardiovascolari, ma che ha anche importanti correlazioni con il controllo immunologico.

Il movimento come coadiuvante delle terapie per i pazienti oncologici

L’attività fisica aiuta anche le persone che hanno ricevuto una diagnosi della malattia. Diversi studi scientifici hanno evidenziato come questa migliori la qualità di vita per le donne con tumore al seno, riducendo la “fatigue”, cioè quella sensazione di stanchezza, spossatezza e mancanza di energia che accompagna il cancro. Inoltre, sembra migliorare la prognosi della malattia e le aspettative di vita. Vantaggi sono stati riscontrati anche per i pazienti con cancro al colon: il movimento riduce il rischio di recidive e aumenta la sopravvivenza. Dalle ricerche sembra che l’attività fisica consenta di ottenere tali risultati aumentando l’ossigenazione dei tessuti e i livelli di composti protettivi, come gli antiossidanti, favorendo il controllo di sostanze che si sono dimostrate cancerogene, come alcuni ormoni o fattori infiammatori, riducendo inoltre la quantità di grasso corporeo e rendendo più veloce il transito degli alimenti nell'intestino.


Muoversi fa bene a tutti

L’attività fisica regolare risveglia le energie latenti. Grazie al movimento e allo sport si possono relegare in secondo piano, e in parte superare, anche le difficoltà psicologiche, quali la mancanza di fiducia in sé stessi e una generale insicurezza. Muoversi regala energia e una vita sana.


Il progetto di prevenzione

La Salute in Movimento

Per spiegare e dimostrare alle persone come muoversi sia un passo fondamentale verso uno stile di vita sano e come l’attività fisica sia alla portata di tutti, nel corso del 2016 l’Istituto Oncologico Romagnolo organizza in tutta la Romagna una serie di iniziative e di incontri incentrati sulla tematica. Si tratta di incontri pubblici allo scopo di illustrare la stretta correlazione tra una costante attività fisica e la prevenzione da molte forme tumorali e come questo sia un efficace coadiuvante delle terapie classiche per i pazienti oncologici. 

Gli incontri sono associati a grandi eventi di sport e movimento, al fine di catalizzare l’attenzione dei partecipanti e del pubblico sull'importanza dell'attività fisica. Diventa così possibile raggiungere un numero importante di persone, sensibilizzandole con lo scopo di rendere tutti i partecipanti: “Ambasciatori dell’attività fisica”. Lavorando in sinergia con gli organizzatori dei vari eventi sul territorio, l’Istituto Oncologico Romagnolo si avvale inoltre della collaborazione di  esperti in ambito medico e sportivo. I diversi incontri vedono infatti la partecipazione, in qualità di relatori, dei medici oncologi dell’IRST IRCCS di Meldola, di fiosioterapisti, personal trainer e preparatori atletici e sportivi. 

L'obiettivo primario è fornire regole fondamentali per orientarsi verso un’abitudine al moto, anche per quelle persone che fino ad ora hanno avuto uno stile di vita sedentario, prestando particolare attenzione anche alle esigenze dei pazienti oncologici in terapia.  A tutti i presenti viene data la possibilità di testare, su percorsi studiati ad hoc da medici e personal trainer, il proprio stato di forma. Sulla base di questo test vengono stilati una serie di consigli personalizzati per iniziare o migliorare la propria preparazione fisica. Per chi lo desidera, è possibile infine monitorare i propri progressi con un test di ricontrollo a fine anno valutato da esperti.



APPUNTAMENTI

Rimini Marathon

All'interno di una delle Maratone che ha visto l’incremento più ampio di partecipanti nella nostra regione, lo IOR accende i riflettori, in collaborazione con gli organizzatori della Rimini Marathon, sulla tematica movimento e prevenzione. Nella giornata precedente alla gara, in un incontro aperto non solo agli atleti, ma a tutta la cittadinanza, medici oncologici specializzati e professionisti spiegheranno ai presenti tutte le relazioni tra attività fisica e salute e inviteranno a partecipare ai vari percorsi ufficiali della Rimini Marathon, come le camminate ludico motorie e le Family Run. L’Istituto Oncologico Romagnolo è inoltre presente con un stand informativo durante tutto il week end dell’evento.
Quando: 16 aprile 2016


Nove Colli - Cesenatico

Lo IOR e la Nove Colli, una delle corse ciclistiche più famose d’Italia nata più di quarant’anni fa e che richiama appassionati e sportivi da tutta europa, hanno deciso di promuovere lo sport ed il movimento come fattore fondamentale per una vita sana e libera dal cancro. L’Istituto Oncologico Romagnolo, in collaborazione con i medici dell’IRST IRCCS di Meldola, affronta la tematica movimento dal punto di vista scientifico ed è presente con il suo stand durante tutta la gara.
Quando: 20 maggio 2016


Wellness Week - Forlì

All'interno della settimana del Comune di Forlì dedicata allo sport ed al movimento, L'Istituto Oncologico Romagnolo organizza un incontro teorico-pratico che chiuderà la Wellness Week della città di Forlì. 
Quando: 28 maggio 2016


Faenza Walk&Run 4Health

L’Istituto Oncologico Romagnolo e l’ASD Leopodistica organizzano in prima persona un’intera giornata di sensibilizzazione sull'importanza dell’attività fisica per tutte le persone, giovani e non più giovani, atleti, persone sedentarie e pazienti oncologici. Con due attività a disposizione dei partecipanti, gara podistica di 9 Km non competitiva e camminata ludico-motoria nel centro città, e un buffet allestito con prodotti biologici, lo IOR pone l’attenzione sui due aspetti principali per una vita sana: movimento e alimentazione.
Quando: 1 ottobre 2016


Maratona Internazionale di Ravenna

Lo IOR e la “Maratona Internazionale Ravenna Città d’Arte” hanno stretto una collaborazione per l’edizione 2016. Nell'importante gara che vede da diversi anni un numero sempre crescente di partecipanti e diversi percorsi in programma (42 Km, 21 km, 10 km e Family Run), all'interno dell’Expò allestito per tutto il week end a Palazzo Rasponi, lo IOR, con i medici dell’IRST IRCCS di Meldola, organizzano, per tutti i partecipanti, un incontro aperto al pubblico sulle evidenze scientifiche che hanno portato ad inserire il movimento nelle regole fondamentali di una vita sana e sul moto come coadiuvante delle terapie oncologiche per i pazienti. Lo IOR è inoltre presente con un suo stand per la distribuzione di materiale informativo ed il libretto sull'educazione al movimento sarà inserito in tutti i pacchi gara per gli atleti.
Quando: 12 novembre 2016


Scarica le slides degli incontri

Con tantissime informazioni utili e consigli pratici!

Esercizio fisico e prevenzione, effetti sul sistema immunitario, allenamento corretto, esercizio fisico in trattamento, valutazione del rischio e tanti consigli!

Rimini

Forlì

Cesenatico


Partners e Media Partners

Conad
Valfrutta
Assicoop
SGR Solidale
Unicredit
Intesa SanPaolo
Banca Malatestiana
Romagna Acque
Orogel
Aprofruit
Vicini shoes
Campomaggi e Lucchi
Fondazione Johnson & Johnson
mercato cesena
Rosetti Marino
Siropack
FONDAZIONE BRUNO MARIA ZAINI
Linea Steril