Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più


PREVENZIONE DEL MELANOMA

Il Melanoma è oggi una delle forme tumorali che stanno vedendo un numero sempre crescente di casi diagnosticati         

Il Melanoma è un tumore molto aggressivo che ha origine dalla trasformazione maligna dei melanociti (le cellule che determinano il colore della pelle): può insorgere in una cute in apparenza sana o da un neo pre-esistente che si modifica nel tempo. Il principale fattore di rischio ambientale per il Melanoma cutaneo è rappresentato dall'eccessiva e scorretta esposizione alla luce ultravioletta, che arriva fino a noi sotto forma di raggi UVA e UVB, ed è principalmente rappresentata dai raggi del sole.

Grazie a studi epidemiologici, il rischio di Melanoma è stato individuato nei seguenti fattori e lesioni: soggetti con carnagione chiara, capelli rossi o biondi, occhi chiari e predisposizione a scottature, molti nei acquisiti irregolari, presenza di neo congenito (dalla nascita), parenti con Melanoma (familiarità).

Una cattiva esposizione al sole rappresenta un potenziale pericolo perché può danneggiare il DNA delle cellule della pelle e innescare la trasformazione tumorale. La prevenzione primaria resta un’importante arma che abbiamo nei confronti del Melanoma. Alcuni comportamenti, infatti, possono ridurre il rischio di sviluppare tumori della pelle: esporsi al sole in maniera moderata fin dall'età infantile, ridurre la dose cumulativa solare, evitare l'uso di lampade o lettini abbronzanti e usare creme protettive adeguate. 

E' ben documentato che dal Melanoma, quando la neoplasia è in forma iniziale, si può guarire con una corretta e tempestiva asportazione chirurgica.

12.000 

I nuovi casi di melanoma che si registrano in Italia

2015

L'anno in cui il melanoma ha superato il tumore dello stomaco in termini di incidenza

1.578

Il numero dei decessi causati all'anno dal melanoma (dati ISTAT 2016)

Diagnosi precoce: la regola dell'ABCDE

Presentiamo di seguito un semplice criterio per aiutare a riconoscere modificazioni pericolose di un neo o di una macchia scura recentemente insorta: la regola dell'ABCDE.

A come ASIMMETRIA della lesione;
B come BORDI irregolari e frastagliati a "carta geografica";
C come COLORE a varie tinte (nero, rosso-bruno, rosa non uniforme);
D come DIMENSIONE superiore a 6 millimetri;
E come EVOLUZIONE progressiva (la lesione tende a crescere ed allargarsi progressivamente).

La presenza di due o più di questi caratteri può generare il sospetto di Melanoma: in questo caso è consultabile la valutazione da parte di uno specialista.


GOOD SUN GOOD SKIN

Il progetto ideato e sviluppato nell'estate 2016 dallo IOR
per diffondere l'abitudine ad una corretta esposizione solare per adulti e bambini

Cinque conferenze nelle quali vengono indicate le linee guida da seguire per prevenire il melanoma e per imparare a conoscere le caratteristiche della propria pelle e adeguare ad esse le nostre abitudini. Questi momenti teorici hanno luogo nelle principali zone di concentrazione del turismo in Romagna (Rimini, Riccione, Cesenatico, Marina di Ravenna e Cervia), alla presenza di esperti dermatologi della Skin Cancer Unit, autorità ed istituzioni.

Seguono poi degli incontri in diversi stabilimenti balneari selezionati lungo tutta Riviera romagnola. L'obiettivo principale è proprio la sensibilizzazione dei bagnanti per fornire loro indicazioni pratiche su come valutare e riconoscere i rischi derivanti da un’esposizione errata al sole e su come adottare tutte le precauzioni possibili: “un passaporto per una sana esposizione solare”.

Il progetto ha un focus particolare sulla protezione dei bambini, soggetti sottoposti a rischio maggiore per i danni causati dall'eccessiva esposizione solare, con utili consigli e strumenti pratici per difenderli concretamente e per poter stare in spiaggia in tutta sicurezza.

Viene spiegata ai partecipanti anche la distinzione e la categorizzazione dei diversi fototipi di pelle, per imparare a riconoscere il proprio e per capire, di conseguenza, come adeguare nostri comportamenti, per godere dell’aria aperta e delle vacanze al mare senza correre rischi.

Vengono distribuiti strumenti informativi per guidare le persone durante tutta la giornata, dai depliant realizzati ad hoc, per diffondere al maggior numero di persone tutti i consigli necessari per un’esposizione solare senza rischi per la salute, fino alla donazione ai bambini presenti di braccialetti fotosensibili per riconoscere le ore della giornata in cui è meglio restare sotto l’ombrellone. Il progetto coinvolge un numero elevato di persone, considerando i dati di afflusso in riviera, che vedono una media di 930 mila turisti nelle province di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna nel solo mese di Giugno.

La Skin Cancer Unit

L’Istituto Ocologico Romagnolo e l’IRST IRCCS sono in prima fila nella lotta contro il melanoma da anni, attraverso il lavoro della “Skin Cancer Unit”, guidata dal prof. Ignazio Stanganelli. 

La Skin Cancer Unit ha promosso con IOR, IRST e Università di Bologna un progetto di educazione solare e di ricerca epidemiologica nelle spiagge e nelle scuole della Romagna, progetto che ha portato a molte pubblicazioni scientifiche in riviste di settore e che è  diventata anche un libro (“Il Sole e la Pelle”, 2015, Edizioni Minerva Medica).

Il prof. Ignazio Stanganelli, uno dei massimi esperti di melanoma a livello nazionale, è stato coinvolto come responsabile nel processo di atti­vazione, sviluppo e gestione delle funzioni cliniche, assistenziali e di ricerca degli ambulatori di Der­matologia Oncologica del CPO di Ravenna, della Skin Cancer Unit IRCCS IRST di Meldola, dell’ospe­dale Niguarda Cà Granda di Mi­lano e recentemente della Clinica Dermatologica dell’Università degli Studi di Parma.

E' impegnato nello sviluppo di nuove tecnologie non invasive nella diagnosi dei tumori maligni cutanei, in particolare nella diagnosi precoce del melanoma e si occupa da anni anche di prevenzione e diffusione delle corrette metodologie di esposizione ai raggi solari. Grazie all’attività di ricerca svolta con l’Istituto Oncologico Romagnolo, è stato chiamato come professore universitario presso la Clinica Dermatologica dell’Università degli Studi di Parma.


Occhio a quel neo che cresce!

Scarica la brochure a cura del prof. Ignazio Stanganelli - Centro di Oncologia Dermatologica - Skin Cancer Unit



Partners e Media Partners

Conad
Valfrutta
Assicoop
SGR Solidale
Unicredit
Intesa SanPaolo
Banca Malatestiana
Romagna Acque
Orogel
Aprofruit
Vicini shoes
Campomaggi e Lucchi
Orto Mio
mercato cesena
Rosetti Marino
Siropack
FONDAZIONE BRUNO MARIA ZAINI
BCC