Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

come aiutarci

Davide Errico Agnello

Marketing Manager BioNike

BioNike è un brand di ICIM International, azienda italiana di estrazione farmaceutica fondata a Milano negli anni ’30, leader nel mercato della dermocosmesi. Il suo marchio deriva dall’unione delle parole greche “bio” (vita) e “nike” (vittoria): una denominazione appropriata per un’impresa che già dagli anni ’90 ha portato avanti collaborazioni con importanti laboratori internazionali per minimizzare la presenza di residui chimici e nickel nei suoi prodotti, in modo da diminuire il rischio di reazioni allergiche anche per la cute più sensibile. 

Dott. Errico Agnello, come nasce la collaborazione tra BioNike, azienda di Milano, e l’Istituto Oncologico Romagnolo?

La partnership con lo IOR sorge dalla volontà della nostra azienda di portare avanti progetti di informazione e sensibilizzazione del consumatore su uno dei temi più importanti per noi che è ovviamente quello della prevenzione. Il nostro obiettivo è quello di stringere collaborazioni con poche organizzazioni nonprofit ben selezionate, che possano aiutarci a diffondere la cultura di una esposizione solare corretta, utilizzando prodotti di protezione di qualità. In particolare, la collaborazione con lo IOR ci ha dato la possibilità di lavorare con una organizzazione profondamente radicata sul territorio, sensibilizzando l’importante bacino d’utenza delle persone che vengono da tutta Italia e da tutto il mondo per godere delle attrazioni della Riviera Romagnola: persone appartenenti a culture e fototipi diversi. 

IOR e BioNike sono unite da un tema molto importante: la ricerca scientifica. Quanto è importante per voi?

Fare ricerca è fondamentale per garantire al consumatore prodotti di qualità. Attualmente abbiamo in essere anche una collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, in cui offriamo borse di studio ai ricercatori che portano avanti studi sulla prevenzione del melanoma. In generale è stato proprio il grande lavoro svolto in laboratorio che ha permesso ai nostri prodotti di migliorare nel tempo, non solo diminuendo la loro pastosità per renderne più piacevole l’utilizzo, ma anche applicando una formulazione tale da poter abbattere di circa il 37% la quantità di filtri chimici al loro interno, con vantaggi tangibili dal punto di vista della sensibilità della cute. 

Non nego che la collaborazione in essere tra IOR e IRST IRCCS, istituto d’eccellenza in Italia proprio nel campo della ricerca scientifica, ha giocato un ruolo fondamentale nella decisione di stringere questa partnership e partecipare al progetto “Good Sun Good Skin”: il coinvolgimento di grandi professionisti come il prof. Ignazio Stanganelli e la sua equipe ha fornito una sorta di marchio di qualità fondamentale alla buona riuscita dell’iniziativa.

Sarà sicuramente a conoscenza dei dati preoccupanti sul melanoma. Quali sono le possibili strategie per diminuirne l’incidenza?

BioNike è in prima linea nella lotta ai tumori alla pelle e continuerà a portare avanti campagne di sensibilizzazione e prevenzione. Sappiamo come il melanoma oggigiorno sia una delle forme tumorali che presenta la crescita maggiore, dunque l’auspicio è che le iniziative come “Good Sun Good Skin” siano sempre più frequenti per cercare di invertire questa tendenza. L’obiettivo è quello di continuare a portare avanti partnership con organizzazioni nonprofit d’eccellenza, come appunto lo IOR: d’altronde si tratta di qualcosa di innato nella nostra azienda, di scritto nel DNA, come recita il nostro motto “salute e bellessere”.

PARTNER E MEDIA PARTNERS

Conad
Valfrutta
Assicoop
SGR Solidale
Gemos
Intesa SanPaolo
Banca Malatestiana
Romagna Acque
Orogel
Aprofruit
Vicini shoes
Campomaggi e Lucchi
Orto Mio
Otto per Mille Chiesa Valdese
Rosetti Marino
Siropack
FONDAZIONE BRUNO MARIA ZAINI
Cangini Benne